Sezione salto di blocchi

PUNTANO SU TECNOLOGIE DIGITALI E INNOVAZIONE I 3 PROGETTI DI INSEDIAMENTO PRODUTTIVO SU ROSIGNANO

PUNTANO SU TECNOLOGIE DIGITALI E INNOVAZIONE I 3 PROGETTI DI INSEDIAMENTO PRODUTTIVO SU ROSIGNANO

PUNTANO SU TECNOLOGIE DIGITALI E INNOVAZIONE I 3 PROGETTI DI INSEDIAMENTO PRODUTTIVO SU ROSIGNANO

Creeranno 12 nuovi posti di lavoro sul territorio con un finanziamento di 3.884.421,36 euro, dei quali circa 2 mln messi a disposizione dalla Regione Toscana per le aree di crisi dell’Accordo di Programma e il restante dalle stesse imprese promotrici. Cinque aziende hanno scelto di presentare tre progetti di insediamento produttivo a Rosignano Marittimo nell’ambito del bando regionale sui Protocolli di insediamento, e hanno ottenuto il finanziamento per l’intero importo richiesto. Si tratta di: Sime, società di servizi di ingegneria che opera nel settore della progettazione di impianti tecnologicamente avanzati, Marina Cala dei Medici, la società che gestisce il porto turistico di Rosignano e che si è presentata con le partner Caen Rfid e Net7, e Hunkeler.it, azienda che sviluppa tecnologia e opera nel settore della stampa digitale di alto volume.

I progetti puntano sull’innovazione e sulle tecnologie frutto di ricerche avanzate applicate a nuovi  prodotti e processi e sono stati presentati dal Sindaco Alessandro Franchi, dall’Assessora al lavoro e formazione professionale della Regione Toscana Cristina Grieco, dal Consigliere per il lavoro del presidente della Regione Toscana Gianfranco Simoncini, dalla Dirigente del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese della Regione Toscana e dai rappresentanti delle imprese: Matteo Italo Ratti amministratore delegato di Marina Cala De’ Medici, Matteo Bertolini amministratore delegato di Sime srl e Giovanni Masotti direttore di Hunkeler.it.

  • Il progetto di Sime “DiCat - Progetto e Prototipo di sistema per la digitalizzazione dei cataloghi fornitori’, punta allo sviluppo dell’impresa nel quartier generale di Rosignano Solvay e favorisce il rilancio occupazionale dell’area. L’investimento riguarda l’ideazione e la prototipazione funzionale di un “Sistema di gestione Digitale di Cataloghi Fornitori”, da proporre ai propri clienti tradizionali e a nuovi clienti in settori trasversali a quello dell’Oil & Gas. Per la realizzazione del programma di Ricerca e Sviluppo e per l’attuazione del successivo piano di industrializzazione e di commercializzazione, Sime avrà una dotazione  finanziaria di 1.133.961,36 euro (di cui 330.121,41 euro di contributo regionale e un cofinanziamento di 803.839,95 euro), con la creazione di 7 nuovi posti di lavoro.
  • Hunkeler.it srl con il progetto creerà una realtà produttiva e di Ricerca e Sviluppo dedicata a sistemi laser per applicazioni di digital converting e paper processing. Questa nuova attività consentirà all’azienda di sviluppare una tecnologia avanzata e innovativa per l’alimentazione e interazione del sistema di posizionamento del foglio correlate alla gestione spaziale del laser. La tecnica troverà particolare applicazione nella  produzione di bugiardini per le confezioni di farmaci. L’apporto di innovazione al progetto sarà garantito da collaborazioni con l’Istituto di Fisica Applicata del CNR di Firenze, QPrel Srl e l’anglosassone International Technology Solution LTD (ITS). L’ammontare dell’investimento è di 978.030 euro (di cui 518.481 euro a carico della Regione e 584.052 euro a carico dell’azienda), con la creazione di 2 nuovi posti di lavoro.
  • Marina Cala de’ Medici, in partnership con Caen Rfid srl e Net7 srl, informatizzeranno le procedure di accesso ai servizi portuali installando colonnine “intelligenti” di design italiano e realizzate con materiali sostenibili su ogni banchina del porto turistico: un prodotto innovativo realizzato grazie agli imput del porto Cala De’Medici grazie alla capacità di sviluppo hardware di Caen e alle capacità in ambito software di Net7. L’impresa si avvarrà delle competenze del consorzio NAVIGO e della competenza tecnico-scientifica del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze. Il costo totale dell’investimento è 1.573.500 euro (1.176.960 euro finanziati dalla Regione e il resto di fondi propri), con attivazione di 3 nuovi posti di lavoro.

 
“Il bando regionale Protocolli di Insediamento” - spiega il Sindaco Alessandro Franchi - “ha permesso a tre progetti di potere essere realizzati sul territorio e contribuire all'incremento dell'occupazione. Mi auguro che con la prossima scadenza del bando, prevista per il prossimo 30 giugno i 6,5 milioni di euro ancora disponibili possano permettere anche ad altre imprese di beneficiare dell'importante occasione per il territorio”.

“Questa è la testimonianza” - conferma il Consigliere per le politiche del lavoro Gianfranco Simonicini - “che l'Accordo di Programma sta andando avanti e inizia ad offrire i primi risultati, soprattutto sul territorio di Rosignano che si è dimostrato forse il territorio più vivace. Decisivi infatti l'accordo tra Governo e Solvay per superare il problema dei costi energetici del parco industriale, l'attivazione di un sistema di accesso ai finanziamenti per le imprese oltre alle misure per l'attivazione di progetti per lavori di pubblica”. Simoncini ricorda anche che si è conclusa la fase di selezione di progetti sul Bando Invitalia che ha visto tra gli 11 progetti presentati ben 4 sul territorio di Rosignano. Prevista al Mise il prossimo 18 maggio la riunione del comitato esecutivo dell'accordo di programma che punterà a fare il punto sullo stato di avanzamento delle progettualità.

“Confermo l'impegno della Regione e del Presidente Rossi per l'attuazione delle misure contenute nell'accordo” -  sottolinea l'Assessore Cristina Grieco - “e ricordo anche le misure disponibili per il sostegno alla formazione e alle politiche attive per il lavoro, quali opportunità ulteriori per completare il quadro degli strumenti per il rilancio della costa livornese”.

Scarica il file Conferenza stampa protocolli di insediamento

In questa pagina