Sezione salto di blocchi

INAUGURATO IL CENTRO ALZHEIMER A ROSIGNANO SOLVAY

INAUGURATO IL CENTRO ALZHEIMER A ROSIGNANO SOLVAY

INAUGURATO IL CENTRO ALZHEIMER A ROSIGNANO SOLVAY

Sorge in piazza Risorgimento, nei locali dell’ex ludoteca, il Centro Alzheimer di Rosignano Solvay. Lo spazio si trova in un locale di proprietà del Comune di Rosignano, assegnato all’Associazione Italiana Malati di Alzheimer. Infatti l’apertura del nuovo centro segna anche la costituzione dell’AIMA Costa etrusca onlus, la prima sul territorio della Bassa val di Cecina e Val di Cornia L’amministrazione comunale aveva stabilito di affidare lo spazio in concessione a titolo gratuito alla Società della Salute della Bassa Val di Cecina (DGC n. 80 del 30/03/2016), data la precedente richiesta di SdS di avere disponibilità di una sede idonea per l'Associazione AIMA di Firenze – Gruppo operativo Bassa Val di Cecina, con cui collabora per il settore Alzheimer. Il Comune ha consegnato ad Aima lo spazio a novembre 2016 consentendo l'apertura del centro, ed assegnando parzialmente i locali in condivisione all'associazione Haccompagnami, valorizzandone così la destinazione sociale. Lo spazio è stato trasformato dai volontari dell’associazione in ambienti funzionali e accoglienti per ospitare tutte le attività e realizzare progetti mirati per malati di Alzheimer e demenza senile. All’inaugurazione venerdì 29 settembre sono intervenuti Marinella Zagaglia, coordinatrice del Gruppo Operativo della Bassa Val di Cecina e Livorno di  A.I.M.A. Firenze Onlus, il sindaco Alessandro Franchi e l’assessore al sociale Daniele Donati.
Il salone era affollato dai malati con i familiari, da operatori, volontari e cittadini. Zagaglia ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla costituzione della sezione A.I.M.A locale, un obiettivo agognato da tempo, e in particolare un volontario – il signor Taffi - che ha rinnovato i locali e ricevuto una targa come riconoscimento. Il sindaco Alessandro Franchi ha espresso soddisfazione per la costituzione dell’associazione e per la nascita del Centro Alzheimer a Rosignano: “sono risorse indispensabili – ha detto - che rendono ricco un territorio e che vanno valorizzate ed aiutate”. Sono intervenuti numerosi specialisti e operatori - coordinati dalla geriatra Francesca Giunti - che hanno illustrato esperienze importanti e si sono soffermati sui progressi della malattia e sull’importanza della prevenzione e delle terapie non farmacologiche (terapia della Bambola, il treno virtuale, i giardini Alzheimer, le stanze multisensoriali): Manlio Matera (presidente di A.I.M.A Firenze), Giuseppe Meucci (neurologo), Guido Gori (psicogeriatra, direttore del centro Alzheimer “Le Civette” a Firenze), Simona Cintoli (neuropsicologa). Inoltre Lia Burgalassi (assessora al sociale del Comune di Cecina) ha proposto progetti da sviluppare su Cecina, mentre Donatella Pagliacci (direttrice della Società della salute) e Laura Brizzi (direttrice servizi sociali dell’ASL di zona) hanno concordato sull’importanza di creare una rete di servizi a sostegno delle persone affette da questa patologia e il ruolo fondamentale che rivestono le associazioni sul territorio. "Mettendo a disposizione questi locali, sapientemente ristrutturati dai volontari dell'Aima, il Comune di Rosignano ha investito nella creazione di una rete per i malati di demenze e per le proprie famiglie – ha detto Donati - la sinergia tra il pubblico ed il privato sociale che può essere un modello esportabile ed un occasione per sostenere i cittadini che spesso si trovano a vivere queste malattie in solitudine, mantenendo e rispettando anche la dignità ed il lato umano del paziente".
Nell’occasione è stato presentato il direttivo della nuova associazione: Matteo Pardini (presidente), Themistocles  Kazantzis (vicepresidente), Paola Giuntoli (segretaria), Cecilia Triglia (tesoriera), Angela Colella (consigliera). L’Aima Costa Etrsuca proseguirà ad allestire le stanze con arredi a misura di malato. Inoltre intende creare coordinamenti territoriali per coprire più aree possibili con servizi adeguati, ampliare servizi e opportunità per malati e familiari anche mediante appositi progetti quali “Musei Alzheimer”, sviluppato in collaborazione con la Fondazione Casa Cardinale Maffi, il Museo di Storia Naturale di Livorno e l’Asuer. Fanno già parte della rete territoriale di Aima Fondazione Casa Cardinale Maffi, cooperativa Nuovo Futuro, Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno, Centro UISP Rosignano, Generali Arredamenti.

Scarica il file inaugurazione del Centro Alzheimer a Rosignano

In questa pagina